lunedì 30 novembre 2015

Fanno ridere amaramente i titoli sui cen

Fanno ridere amaramente i titoli sui centri per l'impiego inefficienti, mentre nell'articolo si riportano i dati (per altro noti da anni) relativi alle risorse: "Giovanni Alleva, presidente Istat, in audizione al Senato: “Nel 2013, l’Italia ha speso lo 0,03% del Pil in servizi per il lavoro rispetto allo 0,36% della Germania, allo 0,25% della Francia (dato al 2012) e allo 0,08% della Spagna (dato al 2012). In termini di spesa per disoccupato e forze lavoro potenziali, si va dai circa 2.800 euro pro-capite spesi dalla Germania, ai 1.500 della Francia, ai 122 della Spagna e gli 84 dell’Italia (dati 2012)”. 2.800 euro di spesa per disoccupato in Germania, contro 84 (ottantaquattro!) dell'Italia. In Germania la spesa in politiche attive è di 9 miliardi, in italia a stento 700 milioni. Moltiplicando 2800 euro per i 3,1 milioni di disoccupati si dovrebbero spendere 8,68 miliardi. Quanto in Germania. Il sistema per rendere le politiche attive del lavoro c'è, dunque. Peccato che non ci siano (non si vogliano investire) i soldi necessari. Mario Seminerio http://ow.ly/VgZbR

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly