giovedì 12 maggio 2016

Incarico al direttore dell'esecuzione di forniture-servizi

Modello che tiene conto delle indicazioni dell'Anac nell'ambito della consultazione aperta per l'emanazione delle linee direttive

***

Determinazione organizzativa n. __/_____
Oggetto:conferimento direttore esecuzione lavori per l’affidamento della fornitura/del servizio di ____. CIG n. ___
Decisione Incarico ____, per la sua qualifica di _______ del settore/servizio/altro ___, quale direttore esecuzione lavori per la prestazione in oggetto.
L'incarico decorre dal ____.
Motivazione Ai sensi dell'articolo 101 del decreto legislativo 50/2016, per ogni intervento è posibile incaricare un direttore dell'esecuzione diverso dal responsabile del procedimento, che svolga le funzioni indicate nel d.lgs 50/2016 come integrate dalle linee guida dell'Anac, oltre che quelle previste dalla legge 241/1990.
La nomina del direttore dell'esecuzione è necessaria e dovuta sotto il profilo organizzativo per consentire un’effettiva gestione e coordinamento del servizio. Il dipendente individuato dispone della qualificazione professionale e dell’esperienza attestata nelle singole attività amministrative, necessaria per l’assegnazione dell’incarico.
Cosa fare In qualità di direzione dell'esecuzione della procedura, il dipendente individuato svolgerà, in coordinamento con il direttore dell’esecuzione ove nominato, le attività di controllo e vigilanza nella fase di esecuzione, fornendo all’organo competente dell’amministrazione aggiudicatrice dati, informazioni ed elementi utili anche ai fini dell’applicazione delle penali, della risoluzione contrattuale e del ricorso agli strumenti di risoluzione delle controversie, secondo quanto stabilito dal codice, nonché ai fini dello svolgimento delle attività di collaudo e verifica della conformità delle prestazioni eseguite con riferimento alle prescrizioni contrattuali
In particolare svolgerà le seguenti attività:
1. dà avvio all’esecuzione della prestazione, fornendo all’esecutore tutte le istruzioni e direttive necessarie al riguardo
2. redige apposito verbale firmato anche dall’esecutore, nel quale indicare SELEZIONARE QUANTO INTERESSA
1. le aree e gli ambienti dove si svolgerà l’attività,
2. la descrizione dei mezzi e degli strumenti eventualmente messi a disposizione dalla stazione appaltante,
3. la dichiarazione attestante che lo stato attuale degli ambienti è tale da non impedire l’avvio o la prosecuzione dell’attività.
3. può disporresta l’esecuzione anticipata della prestazione nei casi di estrema urgenza o quando il contratto ha ad oggetto beni o servizi che, per la loro natura o per il luogo in cui deve essere eseguito il contratto, debbono essere immediatamente consegnati o svolti; in tal caso, il Direttore dell’esecuzione tiene conto di quanto predisposto o somministrato dall’esecutore per il rimborso delle relative spese;
4. ordina la sospensione dell’esecuzione, qualora sia temporaneamente impedita da circostanze particolari, ai sensi dell’art. 107 del d.lgs 50/2016, compilando apposito verbale, sottoscritto anche dall’esecutore, nel quale devono essere indicate:
1. le ragioni della sospensione e l’imputabilità delle medesime,
2. le prestazioni già effettuate,
3. le eventuali cautele per la ripresa dell’esecuzione del contratto senza che siano richiesti ulteriori oneri,
4. i mezzi e gli strumenti esistenti che rimangono eventualmente nel luogo dove l'attività contrattuale era in corso di svolgimento.
5. trasmette all’impresa la disposizione di ripresa dell’esecuzione del contratto ordinata dal RUP, non appena siano venute a cessare le cause della sospensione, redigendo apposito verbale, firmato dall’esecutore e inviato al RUP, nel quale riportare il nuovo termine ultimo di esecuzione del contratto indicato dal RUP nella disposizione di ripresa dei lavori;
6. rilascia il certificato attestante l’avvenuta ultimazione delle prestazioni quando risulti che l’esecutore abbia completamente e regolarmente eseguito le prestazioni contrattuali
7. trasmette il certificato di verifica di conformità viene trasmesso per l’accettazione all’esecutore, il quale deve firmarlo nel termine di quindici giorni dal ricevimento dello stesso (all'atto della firma l’esecutore può aggiungere le contestazioni che ritiene opportune, rispetto alle operazioni di verifica di conformità)
8. se incaricato della verifica di conformità, riferisce al RUP sulle eventuali contestazioni dell’esecutore anche ai fini dell’eventuale applicazione di penali;
9. verifica che le previsioni del contratto siano pienamente rispettate, sia con riferimento alle scadenze temporali, che alle modalità di consegna, alla qualità e quantità dei prodotti e/o dei servizi, per le attività principali come per le prestazioni accessorie, indirizzando le attività dei controlli ad i seguenti elementi:
1. la qualità del servizio/fornitura (aderenza/conformità a tutti gli standard qualitativi/SLA richiesti nel contratto e/o nel capitolato);
2. l’adeguatezza delle prestazioni o il raggiungimento degli obiettivi (con riferimento, ad esempio, ai contratti di efficientamento/risparmio energetico per edifici e illuminazione pubblica, ai contratti di gestione delle proprietà immobiliari);
3. il rispetto dei tempi e delle modalità di consegna;
4. l’adeguatezza della reportistica sulle prestazioni e le attività svolte;
5. la soddisfazione del cliente/utente finale (per quei beni/servizi non strumentali – es. servizi alla persona e all’infanzia)
6. il rispetto della normativa sulla sicurezza e sulla tracciabilità dei flussi finanziari;
7. il rispetto della normativa sul lavoro e dei contratti collettivi;
8. il rispetto della normativa ambientale;
9. il rispetto delle norme sulla sicurezza e sulla salute dei lavoratori da parte dell’appaltatore.
Tali verifiche sono condotte nel corso dell’intera durata del rapporto – in itinere ed ex post – e debbono essere realizzate con criteri di misurabilità della qualità, non limitati al generico richiamo delle regole dell’arte.
Gli esiti delle verifiche stesse debbono risultare da apposito processo verbale, al fine di assicurare la trasparenza dell’attività amministrativa.
Durante l’esecuzione del contratto il Direttore inoltre:
10. controlla la spesa legata all’esecuzione del servizio o della fornitura, attraverso la tenuta della contabilità del contratto e, quindi, la compilazione con precisione e tempestività dei documenti contabili, con i quali si realizza l’accertamento e la registrazione dei fatti producenti spesa;
11. accerta, con atto successivamente confermato dal RUP, la prestazione effettuata, in termini di quantità e qualità, rispetto alle prescrizioni previste nei documenti contrattuali;
12. segnala tempestivamente al RUP eventuali ritardi, disfunzioni o inadempimenti rispetto alle prescrizioni contrattuali, anche al fine dell’applicazione delle penali inserite nel contratto ovvero della risoluzione dello stesso per grave inadempimento nei casi consentiti.
13. comunica al responsabile del procedimento le contestazioni insorte in relazione agli aspetti tecnici che possono influire sull’esecuzione del contratto, redigendo in contraddittorio con l’imprenditore un processo verbale delle circostanze contestate o, mancando questi, in presenza di due testimoni. In quest'ultimo caso copia del verbale è comunicata all’esecutore per le sue osservazioni, da presentarsi al Direttore dell’esecuzione nel termine di otto giorni dalla data del ricevimento. In mancanza di osservazioni pervenute entro il termine previsto, le risultanze del 5 verbale si intendono definitivamente accettate. L’esecutore, il suo rappresentante, oppure i testimoni firmano il processo verbale, che è inviato al RUP con le eventuali osservazioni dell’esecutore. Contestazioni e relativi ordini di servizio sono annotati nei documenti contabili;
14. trasmette senza indugio apposita relazione al RUP, qualora nell’esecuzione del contratto avvengano sinistri alle persone o danni alle cose;
15. al fine di garantire la regolare esecuzione del servizio ed evitare infiltrazioni da parte della criminalità organizzata, verifica la presenza nel luogo di esecuzione del servizio delle imprese subappaltatrici autorizzate;
16. controlla che le stesse svolgano effettivamente la parte dei servizi subappaltati nel rispetto della normativa vigente e del contratto stipulato;
17. accerta le contestazioni dell’esecutore sulla regolarità dei servizi eseguiti dal subappaltatore e, ai fini della sospensione dei pagamenti all’esecutore, determina la misura della quota corrispondente alla prestazione oggetto di contestazione;
18. verifica che l’affidatario pratichi, per le prestazioni affidate in subappalto, gli stessi prezzi unitari risultanti dall’aggiudicazione, con ribasso non superiore al venti per cento, nel rispetto degli standard qualitativi e prestazionali previsti nel contratto di appalto e che l’affidatario corrisponda i costi della sicurezza, relativi alle prestazioni affidate in subappalto, alle imprese subappaltatrici senza alcun ribasso. Analoghi controlli debbono essere effettuati anche in merito alla messa a disposizione di mezzi e risorse da parte dell’eventuale impresa ausiliaria.
19. EVENTUALE PER IMPORTI SUPERIORI ALLE SOGLIE DI CUI ALL’ART. 35 svolge la verifica di conformità, in presenza del RUP, per certificare che l’oggetto del contratto in termini di prestazioni, obiettivi e caratteristiche tecniche, economiche e qualitative sia stato realizzato ed eseguito nel rispetto delle previsioni contrattuali e delle condizioni offerte in sede di aggiudicazione o affidamento.
20. dà avviso preventivo all’esecutore della data della verifica di conformità, affinché l’esecutore possa intervenire [1] ;
21. All’esito dell’attività di verifica il soggetto incaricato della verifica di conformità redige apposito verbale, che deve essere sottoscritto da tutti i soggetti intervenuti e trasmesso tempestivamente al RUP per gli adempimenti di competenza;
22. può svolgere verifiche di conformità in corso di esecuzione del contratto in ragione di particolari caratteristiche delle forniture o dei servizi che impongano la verifica in corso di esecuzione ovvero nei casi di appalti di forniture o di servizi con prestazioni continuative, secondo la periodicità prevista nel contratto;
23. dispone d’ufficio che l’esecutore metta a disposizione, a propria cura e spesa, i mezzi necessari ad eseguire la verifica, laddove l’esecutore non provveda spontaneamente;
24. EVENTUALE PER IMPORTI INFERIORI ALLE SOGLIE DI CUI ALL’ART. 35 richiede al RUP di rilasciare il certificato di regolare esecuzione;
25. utilizza lo strumento dell’ordine di servizio, mediante il quale impartisce all’esecutore le disposizioni; l’ordine di servizio deve essere vistato dal RUP. L’ordine di servizio va comunicato all’esecutore che lo restituisce firmato per avvenuta conoscenza ed accettazione, fatte salve eventuali contestazioni;
26. fornisce in forma orale o per le vie informali solo indicazioni di carattere non rilevante;
27. trasmette l’ordine di servizio esclusivamente mediante PEC.
28.
Il dipendente al quale viene conferita la funzione di direttore dell'esecuzione, per tracciare l’attività svolta e redigere le necessarie valutazioni istruttorie, si avvarrà delle schede istruttorie vigenti nell’Area.
Il Dirigente/Il responsabile di servizio


[1] La stazione appaltante nomina, ai sensi dell’art. 102, comma 6, una commissione composta da uno a tre componenti scelti tra i propri dipendenti o tra i dipendenti di altra amministrazione, con qualificazione rapportata alla tipologia e caratteristica del contratto il cui compenso è contenuto nell’ambito dell’incentivo di cui all’art. 113. In caso di comprovata carenza in organico di personale con le caratteristiche previste, possono essere nominati soggetti esterni con le procedure di cui all’art. 31, comma 8, nel rispetto di quanto disposto dall’ art. 102, comma 7. Il RUP o il Direttore dell’esecuzione trasmettono al soggetto incaricato della verifica di conformità la seguente documentazione: a) copia degli atti di gara; b) copia del contratto; c) documenti contabili; d) risultanze degli accertamenti in merito alle verifiche sulla qualità della prestazione eseguita; e) certificati delle eventuali prove effettuate; f) ogni ulteriore documentazione ritenuta utile dal soggetto incaricato. giornale. La verifica di conformità è avviata entro quindici giorni dall’ultimazione della prestazione ovvero entro il diverso termine previsto dal contratto, e conclusa entro il termine ivi indicato, che non può superare i trenta giorni dall’ultimazione dell’esecuzione o i sessanta giorni nei casi di prestazioni complesse. Il contratto disciplina le cause e le relative conseguenze del superamento del tempo limite per la conclusione dell’attività di verifica di conformità.

2 commenti:

  1. Il direttore della esecuzione di un contratto di servizio mensa scolastica di importo superiore a 500.00,00€ può essere individuato all'esterno della s.a. quando non vi sia personale alla interno della unità organizzativa e tra il personale dell ente? Nel prec codice e regolamento la individuazione del direttore della esecuzione era precisamente stabilito (art. 300 e seg. DPR 207/2010) .... Ora sembra di no.

    RispondiElimina
  2. Bisogna aspettare cosa indicherà l'Anac, temo.

    RispondiElimina

Printfriendly