sabato 16 gennaio 2016

Schema dell’utilizzazione delle risorse assunzionali 2016

 


















80% del costo delle cessazioni del 2015

In questo 80% è compreso il 25% del tetto che vigerà negli anni 2016, 2017 e 2018.

Il 25% finanzia esclusivamente le assunzioni di cui alle lettere c) e d) dell’elenco qui a fianco.

Non è chiara la fonte di finanziamento di cui alla lettera e) sempre dell’elenco qui a fianco.

Chiusa la procedura di ricollocazione dei dipendenti provinciali, solo il 25% del costo delle cessazioni finanzierà tutte le assunzioni; tornerà a potersi svolgere la mobilità “neutra”.

Ai sensi del comma 228 della l. 208/2015 negli anni 2016, 2017 e 2018 si possono assumere a tempo indeterminato solo le qualifiche non dirigenziali.

 
Utilizzabile:

a)            prioritariamente per le assunzioni conseguenti a concorsi con graduatorie vigenti o approvate alla data dell’1.1.2015;

b)           per le assunzioni dei dipendenti delle province posti in sovrannumero;

c)            per le assunzioni del personale appartenente alle categorie protette;

d)           per assunzioni per figure infungibili, ai sensi della deliberazione 19/2015 della Sezione Autonomie e dell’articolo 4 del d.l. 78/2015, convertito in legge 125/2015?

e)            per finanziare le voci fisse e variabili del trattamento accessorio, nonchè la progressione economica orizzontale, secondo quanto previsto dalle disposizioni contrattuali vigenti del personale provinciale trasferito (art. 10, comma 2, Dpcm 14.9.2015)
Come si nota, troppe disposizioni normative previste in modo non coordinato tra loro erodono fortemente la capacità assunzionale. Il che pregiudica le possibilità di realizzare con successo la ricollocazione delle migliaia di dipendenti posti in sovrannumero dalla legge 190/2014.
Restante 20%

 

 
Riservato esclusivamente ai dipendenti provinciali trasferiti in sovrannumeroAnche in questo caso si nota un’incongruenza: nel 2016 il margine del budget assunzionale riservato ai dipendenti in sovrannumero diminuirà, invece di almeno restare costante.
Resti assunzionali del triennio 2012-2013-2014

 

 
Utilizzabili:

a)        liberamente per qualsiasi tipo di assunzione (purchè ciò sia previsto dal programma delle assunzioni 2016);

 
Nulla vieta di destinare queste risorse anche all’acquisizione di personale provinciale in sovrannumero.

I resti assunzionali del 2014 utilizzabili liberamente saranno quelli del 60% non integralmente riservati al personale soprannumerario?

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly