sabato 16 marzo 2019

Riforma appalti: scompaiono i controlli preventivi? Ma, da quando ci sarebbero?



Sul quotidiano La Repubblica del 16 marzo 2019 un articolo di Liana Milella commenta alcune prime notizie che trapelano sugli interventi iniziali di riforma del codice dei contratti, che il Governo vorrebbe introdurre nel cosiddetto “sblocca cantieri”.
L’articolo è intitolato in modo estremamente chiaro: “Ma la magistratura è in allarme "Così via i controlli preventivi"”.
E’, quindi, opportuno verificare esattamente dove si concentra l’allarme lanciato, secondo l’articolo, dalla magistratura.

mercoledì 13 marzo 2019

Posizioni organizzative: la durata dell'incarico non deve coincidere con quella del mandato del sindaco

Molti comuni, il 26 maggio 2019 andranno a elezioni. Pochi giorni prima, il 20, scadrà il termine imposto (con fortissimi dubbi di liceità: un contratto collettivo non pare abbia alcun potere di incidere nè su rapporti individuali, nè sull'organizzazione degli enti) dall'articolo 13, comma 3, del Ccnl 21.5.2018. La norma dispone: "Gli incarichi di posizione organizzativa di cui all’art.8 del CCNL del 31.3.1999 e all’art.10 del CCNL del 22.1.2004, già conferiti e ancora in atto, proseguono o possono essere prorogati fino alla definizione del nuovo assetto delle posizioni organizzative, successivo alla determinazione delle procedure e dei relativi criteri generali previsti dal comma 1 dell’art 14 e, comunque, non oltre un anno dalla data di sottoscrizione del presente CCNL".
E' diffusissimo un dubbio, specie nei comuni privi di dirigenti: se valga la pena di rivedere l'assetto delle posizioni organizzative pochi giorni prima dell'elezione del nuovo sindaco. Dubbio che evidentemente sorge dal presupposto - lo precisiamo subito: errato - che gli incarichi di responsabili di servizio e, conseguentemente (negli enti senza dirigenza), di posizione organizzativa debbano scadere con la conclusione del mandato del sindaco.

martedì 5 marzo 2019

Il disastro delle manovre contabili e delle riforme istituzionali degli enti locali

E così anche l'obbligo per i comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti di gestire in forma associata moltissime delle funzioni comunali è stato dichiarato incostituzionale con sentenza 33/2019 della Corte costituzionale.

Printfriendly