domenica 29 marzo 2020

Contributi per buoni spesa. Problemi applicativi



La proliferazione di ordinanze dettate dall’emergenza, nel doveroso obbligo di rispondere ad esigenze reali, come quella di scongiurare disordini dovuti alle effettive necessità di molte famiglie che a causa della gelata economica hanno difficoltà a procurarsi quanto serve per mangiare, crea tuttavia problemi operativi di non poco conto.
L’idea dei buoni spesa, certamente non nuova visto che già regioni ed enti locali l’hanno sperimentata da tempo e non solo nella situazione dell’emergenza coronavirus, va anche bene.
Tutto sta, però, come sempre, nei dettagli operativi, che nel caso di specie restano avvolti nelle nebbie. Forse, anche, per dare il messaggio di ridurre al massimo i passaggi amministrativi.

sabato 28 marzo 2020

Quando le "diffide" sindacali scadono nel grottesco: i buoni pasto nel lavoro agile




Molte amministrazioni pubbliche hanno ricevuto in questi giorni “diffide” dalle organizzazioni sindacali, finalizzate alla “corretta attuazione” dell’articolo 87 del d.l. 18/2020.

Rinvio dei tributi locali: l'idea bislacca della ratifica consiliare di decisioni di giunta

Prudenza, temperanza, meditazione sono necessarie in ogni atto della vita. Specie quando quell'atto è una sentenza, capace di decidere fatti di rilievo ed incidere nella vita non solo delle parti in causa.
Altrettanto necessarie sono, poi, per chi quelle sentenze è chiamato ad attuarle e ad interpretarle.
Da troppo tempo, in Italia, troppi giudici hanno frainteso la loro funzione di risolvere controverse applicando la legge, per trasformarla in una modalità decisoria che spesso è praeter legem, se non creativa di diritto, come se ogni giurisdizione fosse alla ricerca di quella fetta di potere sulle leggi che è proprio solo della Corte costituzionale.
E', dunque, accaduto che il Consiglio di stato abbia pronunciato una sentenza, forse comprensibile nei fini, ma sicuramente totalmente erronea nei presupposti, nello sviluppo del ragionamento giuridico e, ovviamente, nelle conclusioni, che, adesso, sta divenendo - pur essendo un unicum nell'ordinamento e negli arresti giurisprudenziali - un "modello" da seguire. Come suggeriscono, in maniera poco prudente, temperante e meditata, alcuni interpreti.

Europa: così vicina e così lontana da un sogno di unità mai così a portata di mano


Siamo rimasti alla solita Europa divisa tra Nord e Sud. A quell’insopprimibile fastidio che i popoli del nord Europa hanno provato da sempre per quelli mediterranei.

venerdì 27 marzo 2020

Sottoscrizione di contratti nella forma dell’atto pubblico da remoto: si può. Si deve



Talvolta per comprendere fatti e norme le date, il tempo che passa, il numero degli anni contano.
Prendiamo il numero 107. E’ il numero degli anni che separa il 2020 dal 1913. Oltre un secolo fa si approvò, in Italia, la Legge 16 febbraio 1913 n. 89 Sull'ordinamento del notariato e degli archivi notarili.

Printfriendly